9 aprile 2017

Una splendida giornata di sole e temperature primaverili hanno fatto da cornice alla 41° Pizolada delle Dolomiti, storica gara di scialpinismo e penultima tappa della Coppa delle Dolomiti andata in scena oggi al Passo San Pellegrino. Al via una folta rappresentanza di atleti di calibro nazionale che hanno dato vita ad una gara combattuta e spettacolare, fornendo poi riscontri positivi sul percorso e sulle misure di sicurezza messe in campo dal comitato organizzatore, la Val di Fassa Events ASD.

Tra gli uomini vittoria indiscussa di Guido Giacomelli (Sci Club Alta Valtellina) che ha così concesso il bis dopo il successo alla Pizolada 2016. Giacomelli è uscito subito dal gruppo insieme all’azzurro Manfred Reichegger (CS Esercito), riuscendo anche a distanziare l’avversario di circa 20’’ al primo cambio di pelli per poi essere nuovamente raggiunto sulla seconda salita prima del ripido canalone nord della Forcella Vallazza. Alla fine della forcella però Giacomelli era di nuovo saldamente in testa e da lì non ha più lasciato il comando della gara fino al traguardo. Secondo posto quindi per Reichegger e terzo posto per Alex Oberbacher (Peves Gherdeina).

Tra le donne grande battaglia tra Dimitra Theocharis (Aldo Moro Paluzza) e Bianca Balzarini (Adamello Ski Team).
A fare la differenza e decidere la vittoria è stato l’ultimo cambio di pelli dove la Theocharis ha perso qualche secondo di troppo a causa di un problema all’attacco. Prima dunque la Balzarini, seconda la Theocharis, terza Cecilia De Filippo (SC Dolomiti Ski Alp).

(Continua…)

7 aprile 2017

Scarica QUI il comitato tecnico ufficiale della 41° Pizolada delle Dolomiti con tutte le indicazioni del responsabile di gara.

7 aprile 2017

Tutto pronto per la 41° Pizolada delle Dolomiti, penultima tappa della Coppa delle Dolomiti, in programma domenica 9 aprile al Passo San Pellegrino. Dopo il sopralluogo di questa mattina i percorsi sono stati tracciati in modo definitivo e anche la starting list comincia a far affiorare nomi di spicco.

Dalla partenza nei pressi della stazione a valle della funivia Col Margherita gli agonisti raggiungeranno il primo cambio di assetto posto a 2483 m. s.l.m., sulla cima dell’Om Picol, per poi scendere sulle piste Nuova Cima Uomo e Le Coste, fare un breve tratto a piedi e proseguire con gli sci fino in località Le Palue (2266 m. s.l.m.) e lungo il severo canalone nord della Forcella Vallazza, con ultimo tratto da effettuare nuovamente a piedi e sempre con gli sci obbligatoriamente sullo zaino.

Avanti poi per facile cresta fino al punto più alto del Lastè di Pradazzo (2580 m. s.l.m.), dove ci sarà il ristoro. Il percorso porterà quindi vicino al Rif. Laresei (2250 m. s.l.m.) con una breve ma ripida salita e con breve discesa al Lago di Cavia (2100 m. s.l.m.), per poi giungere in località Croda degli Zingari (2200 m. s.l.m.), dove ci sarà l’ultimo cambio di assetto. Breve discesa sulla pista Le Caviette e arrivo nei pressi della stazione a valle della funivia del Col Margherita (mt. 1871).

“Posso assicurare che il tracciato di gara è molto bello. I tratti a piedi daranno vita a insolite battaglie e non mancheranno fuoripista” afferma Thomas Zanoner, responsabile tecnico della Pizolada. “Anche la gita escursionistica ricalcherà parte del percorso degli agonisti, costituendo così un’ottima occasione per gli appassionati di scialpinismo che desiderano confrontarsi con passaggi tecnici come il canalone della Forcella Vallazza in compagnia delle Guide Alpine”

(Continua…)

5 aprile 2017

Quando meno te lo aspetti ecco che arriva lei, bianca e soffice, a ricoprire tutto. Nelle ultime ore sono già scesi oltre 15 cm di neve fresca al Passo San Pellegrino e le temperature in diminuzione lasciano ben sperare per i prossimi giorni. Certamente non poteva esserci regalo più gradito per la 41° Pizolada delle Dolomiti che domenica 9 aprile chiamerà a raccolta gli appassionati dello scialpinismo in una splendida cornice innevata.

Confermata dunque la gara che prevede due percorsi spettacolari, uno più esigente per gli agonisti e uno più semplice per gli escursionisti che vorranno fare una piacevole gita con le Guide Alpine fino a Lastè di Pradazzo (2580 m. s.l.m.) dove sarà allestito un ristoro. Per tutti partenza nei pressi della stazione a valle della Funivia del Col Margherita, con l’obbligo di avere con sé pala, sonda e artva conformi alle norme internazionali. Il certificato medico è richiesto solo agli agonisti.

(Continua…)

fassa moena soraga coppa dolomiti ladinia cup cai
moena cassa Alpe Lusia Ski Area San Pellegrino Soccorso Alpino Soccorso Alpino